L’art. 37 del DL n. 124/2019 (c.d. Decreto Fiscale) posticipa al 30 novembre 2019 (rispetto all’originaria scadenza del 31 luglio) il termine per il pagamento: in realtà, essendo il 30 novembre un sabato, la scadenza è automaticamente prorogata al 2 dicembre.

Si tratta di una disposizione finalizzata ad evitare disparità di trattamento tra i debitori che hanno tempestivamente presentato la propria dichiarazione di adesione alla

c.d. “rottamazione-ter” entro il 30 aprile 2019 e quelli che hanno fruito della riapertura del termine di relativa presentazione alla data al 31 luglio 2019.

Ricordiamo, infine, che l’art. 3 comma 14-bis del DL n. 119/2018 (convertito con la Legge n. 136/2018) dispone che “nei casi di tardivo versamento delle relative  rate  non

superiore  a  cinque   giorni,   l’effetto   di   inefficacia   della definizione, previsto dal comma 14, non si produce e non sono  dovuti interessi”: di conseguenza, si potrà godere di un ulteriore slittamento al 7 dicembre.