Post elezioni: gli adempimenti contabili urgenti

All’indomani delle elezioni è necessario che i nuovi organi eletti procedano ad alcuni importanti adempimenti contabili:

  • la verifica straordinaria di cassa, la quale deve essere effettuata con la presenza contestuale dei nuovi rappresentanti, di quelli uscenti, del segretario, del responsabile del servizio finanziario e dell’organo di revisione, come indicato dall’art. 224 del Testo Unico degli Enti Locali;
  • la predisposizione della relazione di inizio mandato, a cura del responsabile del servizio finanziario o del segretario generale e che deve essere firmata dal nuovo Sindaco entro 90 giorni dall’insediamento. In particolare, occorre effettuare un’attenta analisi ed evidenziare la reale situazione finanziaria dell’Ente, anche allo scopo di non ereditare responsabilità connesse ad eventuali difficoltose situazioni finanziarie;
  • l’assestamento ed il controllo degli equilibri di bilancio: tale adempimento deve essere effettuato dal nuovo Consiglio entro il termine perentorio del 31 luglio, allo scopo di individuare ed adottare eventuali misure necessarie al ripristino degli equilibri medesimi;
  • la predisposizione del DUP 2020/22, da redigere entro il 31 luglio e da presentare al Consiglio entro il 15 novembre, contenente le nuove linee programmatiche dell’Ente, compreso il riferimento alle risorse finanziarie necessarie ed alle modalità con cui si intende reperirle.
Condividi!