Fondo di rotazione, l’Agenzia delle Entrate recupera le rate non versate da Enti in riequilibrio

Il ministero dell’Interno, direzione centrale della Finanza locale, ha notificato all’Agenzia delle Entrate, affinché possa procedere con il recupero, le rate relative alle anticipazioni a valere sul “Fondo di rotazione per assicurare la stabilità finanziaria degli Enti Locali” di cui all’art. 243ter e dell’art. 243quinquies del Tuel che, scadute lo scorso 30 ottobre 2018, alla data del 12 dicembre 2018 non risultavano ancora essere state versate.

Eventuali versamenti effettuati dopo il 12 dicembre 2018, ha specificato il ministero dell’Interno, sono e saranno considerati a scomputo delle rate di restituzioni in scadenza il 30 aprile o il 31 marzo 2019 e non a copertura di quelle non versate entro ottobre.

Il “Fondo di rotazione per assicurare la stabilità finanziaria degli Enti Locali”, di cui all’art. 243ter del Dlgs. n. 267/2000, è lo strumento finanziario istituito dal Dl. n. 174/2012 per garantire l’accesso ad anticipazioni di liquidità riservate a Comuni, Province e Città metropolitane che abbiano deliberato la “Procedura di riequilibrio finanziario pluriennale” di cui all’art. 243-bis del Tuel.

Gli Enti interessati possono verificare la propria posizione accedendo all’Area Certificati (Tbel) attraverso il sito internet istituzionale della Direzione centrale.

Condividi!