Anticorruzione, dal 15 gennaio 2019 commissari per gara con offerta economicamente più vantaggiosa estratti da Albo

Ai sensi degli artt. 77 e 78 del D.Lgs. n. 50/2016 (c.d. Codice dei contratti), nell’attesa dell’entrata in vigore della nuova procedura prevista per l’individuazione e la nomina dei Commissari di gara (dal 15 gennaio 2019), l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) pubblica una nota operativa di supporto ai Comuni.

Dal 15 gennaio 2019, infatti, cesserà la vigenza del periodo transitorio previsto dall’articolo 216, comma 12 del Codice dei contratti che consentiva alle stazioni appaltanti di procedere in autonomia alla nomina delle Commissioni giudicatrici di appalti pubblici ed entreranno in vigore le nuove regole per le quali quando il criterio di aggiudicazione è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa, la valutazione delle offerte, dal punto di vista tecnico ed economico, compete ad una commissione giudicatrice composta da esperti nel settore cui afferisce l’oggetto del contratto che non saranno più nominati discrezionalmente.

Per la designazione dei componenti esterni della commissione, a partire dal 15 gennaio 2019 dunque, le stazioni appaltanti dovranno richiedere, tramite l’applicativo messo a disposizione dall’ANAC già dallo scorso 10 settembre per la gestione dell’albo nazionale obbligatorio e per la gestione del processo di estrazione, la lista di esperti tra cui sorteggiare, ai sensi dell’art. 77, comma 3 del Codice dei contratti.

Condividi!