Mancato invio dei questionari al rendiconto e al bilancio: il warning della Corte dei conti

Il mancato invio dei questionari al rendiconto e al bilancio, a prescindere dall’individuazione della causa concreta, costituisce una grave irregolarità in quanto impedisce ai giudici contabili di svolgere il prescritto controllo sulla gestione finanziaria e contabile dell’ente: è quanto affermato dalla Corte dei conti, sez. reg. di controllo per l’Abruzzo, nella delib. n. 209/2021/PRSE, pubblicata lo scorso 21 maggio.

I giudici hanno evidenziato l’importanza dell’attendibilità e della completezza dei questionari che presuppongono la riconducibilità dei valori e delle informazioni contenute alla piena responsabilità dell’organo di revisione, ferma restando la responsabilità, a sua volta, dell’ente per l’omissione o l’insufficienza nell’ostensione e produzione della necessaria documentazione contabile per lo svolgimento del controllo e per il mancato accoglimento, pur nell’esplicazione della propria discrezionalità amministrativo-contabile, delle osservazioni formulate dal revisore. Entrambi i soggetti, ognuno per la propria responsabilità, sono tenuti a collaborare reciprocamente fornendo in dati richiesti dalla normativa al fine di consentire alla Corte dei conti di esprimersi sui dati trasmessi.

 

Condividi!