Le dichiarazioni fiscali possono essere trasmesse anche da associazioni tra avvocati e società tra avvocati

 

Le associazioni tra avvocati (art. 4 della Legge n. 247/2012) e le società tra avvocati (art. 4 della Legge n. 247/2012) sono autorizzate alla trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali: è quanto precisato dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del Direttore prot. n. 118737/2020 del 10 marzo.

Ricordiamo che tale facoltà era stata già riconosciuta ai singoli avvocati dal DM Finanze del 12 luglio 2000; l’inclusione delle associazioni tra avvocati (iscritte in un elenco tenuto presso il consiglio dell’ordine nel cui circondario hanno sede) e delle società tra avvocati (iscritte in un’apposita sezione speciale dell’albo tenuto dall’ordine territoriale nella cui circoscrizione ha sede la società stessa) nell’elenco dei soggetti incaricati della trasmissione telematica delle dichiarazioni, previsto dall’art. 3, comma 3, lettera e), del DPR n. 322/1998, è stata disposta in considerazione del fatto che tali professionisti, oltre a possedere i necessari requisiti tecnici e organizzativi, svolgono un ruolo rilevante nei rapporti tra cittadini e Pubblica Amministrazione.

Condividi!