Decreto Crescita: in arrivo le modifiche al calendario delle scadenze fiscali

Imminenti le modifiche al calendario delle scadenze fiscali a seguito di alcuni emendamenti al Decreto Crescita, destinati ad entrare in vigore subito dopo la conversione in legge del provvedimento, che dovrebbe arrivare a fine giugno.

Uno degli emendamenti destinato ad entrare da subito in vigore è quello che prevede il nuovo termine per l’invio delle dichiarazioni che, dal 30 settembre si sposta al 30 novembre (che però essendo un sabato, in realtà quest’anno, il termine si sposta al 2 dicembre). Il differimento del termine risulta, peraltro, favorevole anche in vista dell’applicazione dei nuovi Indicatori sintetici di affidabilità (ISA) il cui software dovrebbe essere operativo proprio a ridosso della scadenza del versamento delle imposte.

Altro emendamento al Decreto Crescita che avrà effetto immediato al momento della conversione, è quello che prevede il rinvio del termine della scadenza della dichiarazione IMU-TASI, che viene rimandata, dal 30 giugno al 31 dicembre 2019.

 

Condividi!