Le piattaforme petrolifere

Con Sentenza n. 3618 del 25 febbraio 2016, la Corte di Cassazione ha stabilito che le piattaforme  petrolifere dovranno pagare l’ICI e l’IMU fino al 31/12/2015.

Considerata la riconducibilità delle piattaforme al concetto di  immobile ai fini civili e fiscali e la loro suscettibilità di accatastamento e di produrre un reddito proprio, secondo gli ermellini le piattaforme sono soggette ad ICI ed IMU e classificabili nella categoria D/7.

Con l’entrata in vigore della Legge n. 208 del 2015 (Legge di Stabilità 2016), dal 1° gennaio 2016, la determinazione della rendita catastale degli immobili a destinazione speciale e particolare, censibili nelle categorie catastali D ed E, è effettuata tramite stima diretta, tenendo conto del “suolo” e delle “costruzioni”, nonché degli “elementi ad essi strutturalmente  connessi  che ne  accrescono  la  qualità  e   l’utilità”.

Sono dunque esclusi dalla stessa stima  diretta “macchinari, congegni, attrezzature ed altri impianti, adeguati allo specifico processo produttivo”.

Maggiori informazioni saranno disponibili sui nostri bollettini settimanali.

Per maggiori notizie sull’iscrizione al servizio potete contattarci al seguente indirizzo di posta elettronica: direzione@cuzzola.it.

Condividi!