L’Inventario negli Enti Locali: manutenzione straordinaria

In base all’art. 230 comma 7 del D.lgs n. 267/2000 ogni anno, di regola l’Economo Comunale, dovrà provvedere alla tenuta e all’aggiornamento dell’ inventario, ovvero di quel documento contabile che contiene la descrizione e il valore di tutti i beni di appartenenza all’’Ente al fine della corretta tenuta e gestione degli stessi.

Mentre, sempre all’art. 230 ma, al comma 4 dello stesso decreto, vengono indicate le modalità in base alle quali devono essere valutati i beni da inventariare, criteri che vengono poi ripresi dall’allegato n. 4/3 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118.

Nello dettaglio, in base a questa regolamentazione, i beni acquistati ad integrazione di un bene già posseduto vanno considerati come incremento di valore del bene già inventariato tutto il resto deve essere considerato e valutato come bene a se stante.

Da ricordare inoltre che le valutazioni di inventario devono essere aggiornate annualmente.

 

Condividi!