Obbligo di fatturazione elettronica alla PA

Il Documento n. 24/IR – Novembre 2013 dell’Istituto di ricerca dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili esamina l’obbligo  di  fatturazione  elettronica  alla  P.A. Data l’importanza dell’argomento ed il prezioso contributo offerto dai Professionisti contabili, dedichiamo il presente contributo ad un approfondimento del documento stesso, onde ricavarne indicazioni circa le amministrazioni pubbliche coinvolte, la tempistica di adozione, il formato della fattura elettronica ed i sistemi di trasmissione.

 

La legge 24 dicembre 2007, n. 244 (legge  finanziaria  per l’anno 2008) all’art. 1, commi 209-214, disponeva che “l’emissione, la trasmissione, la conservazione e l’archiviazione delle fatture emesse nei rapporti con  le  amministrazioni  dello  Stato  …  deve  essere  effettuata esclusivamente  in  forma   elettronica”.   Non   solo,   ma   le   predette amministrazioni ed enti “non possono accettare le fatture emesse o trasmesse in forma cartacea né possono procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino all’invio in forma elettronica”.Tali prescrizioni diventeranno operative a decorrere dal 6  giugno  2014 per i Ministeri, Agenzie fiscali, INPS, INAIL, Casse di Previdenza,  ecc.  e dal 6 giugno 2015 per tutti gli altri, a seguito della  pubblicazione  nella

G.U. n. 118 del 22 maggio 2013 del  Decreto  del  Ministro  dell’Economia  e delle Finanze del 3 aprile 2013 n. 55, entrato in vigore il 6 giugno 2013. Lo scorso 4 novembre, la Ragioneria  Generale  dello  Stato  ha  altresì emanato la circolare  n.  37  con  le  prime  istruzioni  operative  per  le amministrazioni  centrali.

Condividi!