Comuni: gli adempimenti in scadenza entro il mese di giugno.

Molti gli adempimenti in scadenza nei prossimi giorni e fino al 30 giugno per i Comuni, tutti richiedenti la massima attenzione.

In primo luogo, bisogna fare tenere conto delle rinegoziazioni: entro il 27 maggio sarà possibile aderire a quelle relative ai mutui Cassa Depositi e Prestiti ed entro il 3 giugno bisognerà perfezionare le adesioni.

In secondo luogo, vengono in scadenza i termini relativi alla sospensione della parte capitale dei mutui relativamente alle rate aventi scadenza nel 2020: l’istanza dovrà essere presentata entro il 28 maggio per i mutui in essere con il Credito Sportivo ed entro il 31 maggio per quelli di cui all’accordo ABI – ANCI – UPI del 6 aprile u.s.

Ancora, dal 15 giugno (e fino al 7 luglio) sarà possibile avviare l’iter per le anticipazioni di liquidità di cui agli artt. 115 e 116 del Decreto Rilancio (D: 19 marzo 2020, n. 34), allo scopo di poter provvedere al pagamento dei crediti certi, liquidi ed esigibili al 31 dicembre 2019, non ancora saldati da parte dell’ente.

Infine, l’adempimento più importante di tutti: entro il 30 giugno bisognerà deliberare il rendiconto relativo all’esercizio 2019; questo significa che, tenendo conto dei 20 giorni previsti per il deposito dei documenti a favore dei consiglieri (art. 227, comma 2, del TUEL – Decreto Legislativo n. 267/2000) e dei giorni necessari affinché l’organo di revisione possa consegnare la propria relazione, in concreto già a fine maggio sarà necessario predisporre tale atto fondamentale, per la successiva delibera da parte del Consiglio.

 

Condividi!