E-fattura: arrivano i chiarimenti

Con la Circolare n. 14/E del 17 giugno 2019, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni importanti chiarimenti circa l’e-fattura.

A far data dal 1° luglio 2019, l’Agenzia ha chiarito che la data del documento contabile sarà quella corrispondente alla data di effettuazione dell’operazione anche se la fattura viene emessa entro 10 giorni.

Pertanto, non dovrà esserci alcuna indicazione precisa sulla data di trasmissione della fattura in quanto sarà il Sistema di Interscambio ad assegnare, in automatico, la data. Naturalmente, per evitare errori, la data di emissione da riportare nella fattura dovrà corrispondere con quella scritta nel registro delle vendite nel momento in cui viene segnata l’operazione e che corrisponde, a sua volta, alla data soggetta a fattura.

Per quanto riguarda le c.d. “spese miste” (quali le spese sanitarie fatturate insieme a quelle non sanitarie) l’Agenzia ribadisce l’impossibilità di procedere con fatturazione elettronica.

 

Condividi!