Soggetti IVA: fatturazione differita

Scade il prossimo 15 maggio il termine per il versamento delle cd fatture differite, emesse per beni o servizi in un tempo diverso da quello in cui viene effettuata la transazione, rappresentando, dunque, una deviazione rispetto alla regola generale della fatturazione (circolare 134/E/1994).

Con la fatturazione differita i contribuenti IVA devono provvedere alla emissione ed alla registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese precedente, entro 15 giorni del mese successivo all’avvenuto scambio di beni o prestazione, riportando in ogni caso il periodo in cui queste operazioni si sono verificate. Le fatture, infatti, devono contenere la data e il numero dei documenti cui si riferiscono. Ricordiamo che per tutte le cessioni effettuate nel mese precedente nei confronti degli stessi soggetti è possibile emettere una sola fattura riepilogativa.

 

 

Condividi!