Definizione agevolata delle controversie pendenti

Con comunicato stampa del 6 marzo 2019, l’Agenzia delle Entrate informa che è possibile trasmettere online, entro il 31 maggio 2019, la domanda di definizione agevolata delle controversie tributarie, in cui è parte l’Agenzia delle Entrate, e pagare l’intero importo agevolato, o la prima rata nel caso di rateazione per importi superiori ai mille euro. Qualora non vi siano importi da versare, la definizione si perfeziona con la sola presentazione della domanda.

Sono escluse le liti aventi ad oggetto atti di semplice liquidazione e riscossione, quelle di valore indeterminabile e quelle concernenti il rifiuto alla restituzione di tributi.

 

Condividi!