Il principio di rotazione non si applica se si invitano tutti i soggetti che ne hanno fatto richiesta

L’art. 36 del Codice dei contratti pubblici (Decreto Legislativo n. 50/2016) prevede, fra gli altri principi da rispettare per l’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture di importo inferiore alle soglie comunitarie, quello di rotazione degli inviti e degli affidamenti, in modo da assicurare l’effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, piccole e medie imprese.

Secondo il TAR Liguria, sez. II, sent. 30 ottobre 2018, n. 869, tale principio non trova applicazione nelle procedure nelle quali siano stati invitati tutti i soggetti che ne hanno fatto richiesta.

Condividi!