ILLEGITTIMA LA DELIBERA CONSILIARE DI APPROVAZIONE DEL PIANO FINANZIARIO TARI PRIVA DELLA RELAZIONE

Come è noto, secondo consolidata giurisprudenza, il singolo consigliere comunale è legittimato ad agire nei confronti dell’Ente a cui appartiene nell’ipotesi in cui i vizi denunciati si sostanzino nella lesione del diritto all’ufficio, e ciò si verifica proprio con riguardo a profili impeditivi o lesivi dell’esercizio delle funzioni esercitate. Il mancato deposito della documentazione necessaria per poter liberamente e consapevolmente deliberare rientra, quindi, a pieno titolo tra i vizi lesivi del pieno e informato esercizio delle funzioni dei singoli consiglieri: è quanto ribadito dal TAR Abruzzo, Pescara, nella sent. 26 marzo 2018 n. 112. I giudici, infatti, hanno affermato che è illegittima la delibera consiliare di approvazione del piano finanziario TARI se i consiglieri non hanno potuto prendere visione della “relazione al piano finanziario”, richiesta dall’art. 8, comma 3, del DPR n. 158/1999, perché non allegata fra la documentazione.

Maggiori informazioni saranno disponibili sulla nostra rubrica di aggiornamento settimanale. Per ricevere informazioni sull’iscrizione al servizio potete contattarci al seguente indirizzo di posta elettronica: direzione@cuzzola.it.

Condividi!