Il cud dei dipendenti in comando

Dal canto nostro rammentiamo che, i sostituti di imposta che corrispondono a dipendenti di terzi compensi e retribuzioni non aventi carattere fisso e continuativo, come nell’ipotesi dell’utilizzo di personale proveniente in comando da altra amministrazione, devono comunicare agli Uffici che procedono al conguaglio, entro la fine dell’anno e, comunque, non oltre il 12 gennaio dell’anno successivo, l’ammontare delle somme corrisposte, l’importo degli eventuali contributi previdenziali ed assistenziali, compresi quelli a carico del datore di lavoro, e le ritenute effettuate, come dettagliato nella risoluzione  n. 271/E del 3 luglio 2008.

Condividi!