Tares circolare sulle modalità di riscossione del tributo

Il comune può posticipare l’ultima rata Tares al 2014, ma la maggiorazione dello 0,30, destinata allo Stato va versata entro il 16 dicembre.

Ris. n. 9/DF del 9 settembre 2013 Min. economia e finanze – Dip. finanze

 

 

L’art. 5 del D.L. n. 102 del  2013,  ai commi da 1  a  3,  riconosce  al  comune  la  possibilità  di  approvare  il regolamento di disciplina del tributo  anche  secondo  principi  diversi  da quelli previsti dall’art. 14 del D.L. n. 201 del 2011. Tale facoltà può essere  esercitata  dall’ente  locale  entro  il  termine  previsto  per  la deliberazione del bilancio annuale  di  previsione  2013,  che  il  comma  1 dell’art. 8 dello stesso D.L. n. 102 del 2013 ha differito  al  30  novembre 2013. Tale  situazione  di  carattere  eccezionale   giustifica   un’eventuale posticipazione al 2014 della scadenza per  il  pagamento  delle  rate  della TARES,  fermo  restando,  l’obbligo   di versamento   della   maggiorazione   nell’anno   2013   e   fermo   restando l’accertamento contabile nell’esercizio 2013.

 

Per evitare errori e confusioni per i contribuenti tenuti al versamento, sarebbe bene, stante il parere del DF, che si evitasse di posticipare l’ultima rata al 2014.

 

 

Condividi!