Il parametro obiettivo P6: il warning della Corte dei conti

Il parametro obiettivo P6, previsto dal DM 28 dicembre 2018 ai fini dell’accertamento della condizione di deficitarietà, denominato “Debiti riconosciuti e finanziati maggiori dell’1 per cento”, da calcolare come valori percentuali, prende a riferimento i debiti fuori bilancio riconosciuti e finanziati, che vengono rapportati con il totale gli impegni del titolo 1 e titolo 2.

L’informazione che scaturisce dall’indicatore dà evidenza di quanta parte della spesa regolarmente impegnata è costituita da debiti fuori bilancio ricondotti all’interno delle corrette procedure contabili: tanto minore è l’indicatore, tanto minori, rispetto agli impegni di cui ai titoli 1 e 2, sono i debiti fuori bilancio riconosciuti e finanziati.

Come evidenziato dalla Corte dei conti, sez. reg. di controllo per l’Emilia Romagna, nella recente delib. n. 132/2021/PRSE, lo sforamento di uno dei parametri di valutazione della deficitarietà appare potenzialmente foriero di futuri pregiudizi e potrebbe incidere in sede di mantenimento degli equilibri di bilancio del Comune e, più in generale, ai fini di una sana gestione finanziaria.

Condividi!