Possibile esclusione per grave illecito professionale: rileva solo l’ultimo triennio

La stazione appaltante non può escludere dalla gara un concorrente laddove le circostanze che potrebbero costituire un grave illecito professionale si siano verificate nel periodo antecedente l’ultimo triennio: è quanto ribadito dal TAR Lazio, Roma, sez. I quater, nella sent. 18 giugno 2021, n. 7300.

Ed infatti, secondo la consolidata giurisprudenza (cfr., recentemente, Consiglio di Giust. Amm. Sicilia, sent. 19 aprile 2021, n. 326) il limite del triennio, quale arco massimo temporale di rilevanza dei fatti, ai fini dell’esclusione, non può che trovare applicazione anche all’ipotesi dei gravi illeciti professionali: ciò in quanto il triennio rileva già ai fini delle esclusioni previste dall’art. 80, comma 5, comma 10 e comma 10-bis del Codice dei contratti pubblici (Decreto Legislativo n. 50/2016) in caso di condanne ostative.

Diversamente opinando, si avrebbe l’ipotesi eccessiva di un ostacolo di durata indefinita alla partecipazione alle gare in capo agli operatori economici.

Condividi!