Pagamenti di importo superiore a € 5.000: verifiche sospese fino al 31 dicembre

La sospensione delle verifiche propedeutiche al pagamento degli importi superiori a € 5.000, previste dall’art. 48 bis del DPR n. 602/1973 in capo alle amministrazioni pubbliche, è stata prorogata al 31 dicembre 2020, rispetto al precedente termine del 15 ottobre: è quanto disposto dall’art. 1, comma 1, del DL 20 ottobre 2020, n. 129, pubblicato in pari data sulla G.U. n. 260.

Il Decreto citato, infatti, modifica l’art. 68 del DL n. 18/2020 (c.d. Decreto Cura Italia), che già prevedeva detta sospensione, sostituendo il precedente termine del 15 ottobre 2020 con il nuovo termine del 31 dicembre 2020.

Ricordiamo che la verifica di cui al citato art. 48-bis concerne l’esistenza del mancato pagamento di una o più cartelle di pagamento per un ammontare complessivo superiore ai € 5.000, con conseguente impossibilità del pagamento e segnalazione all’agente della riscossione competente per territorio, ai fini dell’esercizio dell’attività di riscossione delle somme iscritte a ruolo.

Condividi!