Trasparenza servizio rifiuti: dal 1° luglio le nuove regole ARERA – prima parte

Ricordiamo che dal 1° luglio 2020 i Comuni con oltre 5.000 abitanti che gestiscono in economia il servizio rifiuti o uno dei servizi tra il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti, il servizio di spazzamento e lavaggio delle strade, il servizio di gestione delle tariffe e rapporti con gli utenti, dovranno attuare le disposizioni in materia di trasparenza del servizio rifiuti previste da ARERA con la delibera 31 ottobre 2019 n. 444/2019/R/rif,, come modificata dalla delibera 12 marzo 2020 n. 59/2020/R/com.

Le nuove regole varranno dal 1° gennaio 2021 per i Comuni fino a 5.000 abitanti che gestiscono tali servizi in economia.

Gli elementi informativi minimi previsti dalle citate delibere dovranno essere resi disponibili a tutti gli utenti (cioè a tutte le utenze domestiche e non domestiche tenute al pagamento della TARI o della tariffa corrispettiva) attraverso il sito internet dell’Ente, i documenti di riscossione (avviso di pagamento / fattura) e le comunicazioni (anche individuali) agli utenti, trasmesse con un preavviso di almeno 30 giorni in caso di variazioni di rilievo delle condizioni di erogazione del servizio.

In particolare, per quanto riguarda il sito internet, nel caso del Comune che eroga il servizio in economia, le informazioni minime da inserire sono:

1) ragione sociale dell’ente-gestore;

2) recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti;

3) modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile;

4) calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con indicazione di tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, inclusi i centri di raccolta ed escluse le eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione;

5) informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture / chiusure di centri di raccolta;

6) istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto;

7) Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile;

8) percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’Ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza nei tre anni solari precedenti a quello in corso;

9) calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta;

10) eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’ARERA relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale; in tali casi il testo della comunicazione deve essere reso noto al Comune-gestore tramite il sito internet dell’Autorità e deve essere pubblicato sul sito internet del Comune-gestore entro 30 giorni dalla pubblicazione sul sito internet dell’Autorità.

Condividi!