Anticipazioni di liquidità previste dal Decreto Rilancio: tasso all’1,226%

In attesa che nei prossimi giorni sia stipulata la convenzione tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze e la Cassa depositi e Prestiti per la gestione del fondo anticipazioni liquidità previsto dagli artt. 115 e 116 del Decreto Rilancio (DL 19 maggio 2020, n. 34), il MEF ha comunicato che il tasso di interesse da applicare a tali anticipazioni è pari all’1,226%.

Ricordiamo che il fondo è utilizzabile per il pagamento dei debiti certi, liquidi ed esigibili da parte di enti locali, Regioni e Province Autonome alla data del 31 dicembre 2019 e che dal 15 giugno al 7 luglio 2020, secondo quanto previsto dall’art. 116 del Decreto Rilancio, gli enti interessati potranno inoltrare la richiesta alla Cassa, corredata di un’apposita dichiarazione sottoscritta dal rappresentante legale dell’ente richiedente, contenente l’elenco dei debiti da pagare con l’anticipazione, redatta utilizzando il modello generato dalla piattaforma elettronica per la gestione telematica del rilascio delle certificazioni dei debiti della P.A. (di cui all’art. 7, comma 1, del DL  8 aprile 2013, n. 35, convertito, con  modificazioni, dalla Legge 6 giugno 2013, n. 64) e dell’attestazione di copertura  finanziaria delle spese concernenti  il  rimborso delle rate di ammortamento, verificata dall’organo di controllo di regolarità amministrativa e contabile.

 

Condividi!