DURC: validità prorogata al 15 giugno 2020

L’art. 103 comma 2 del Decreto Cura Italia (DL 17 marzo 2020, n. 18) prevede che “tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020”.

Tra tali documenti è incluso anche il documento unico di regolarità amministrativa (DURC), come indicato dall’INPS nel messaggio 1374 del 25 marzo 2020, nel quale è stato, altresì, precisato che “Tutti i soggetti per i quali è stato già prodotto un “Durc On Line” con data fine validità compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 ovvero i richiedenti ai quali sia stata comunicata la formazione dell’esito devono ritenere valido il medesimo Documento fino al 15 giugno 2020 nell’ambito di tutti i procedimenti in cui è richiesto il possesso del DURC senza procedere ad una nuova interrogazione”.

Condividi!