Se il regolamento comunale in materia di TARI prevede una riduzione della tariffa per tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti nel territorio, anche le Università possono goderne: è quanto affermato dalla Corte di cassazione con la recente ordinanza n. 25524, depositata lo scorso 10 ottobre.

Secondo i giudici, infatti, le Università non possano beneficiare dell’esenzione TARI prevista dall’art. 33 bis del D.L. n. 248/2007, in quanto la stessa vale solo per gli istituti scolastici statali che operano come organi dello Stato e le Università non sono equiparabili agli altri istituti scolastici, in quanto sono dotate di una propria ampia autonomia finanziaria, organizzativa, gestionale e didattica; tuttavia, nulla vieta che le Università possano godere dell’eventuale disposizione favorevole prevista dal Comune nel proprio regolamento a favore di tutte le scuole in ragione dello svolgimento di attività didattiche.