I contribuenti che hanno aderito alla c.d. “rottamazione-ter” entro il 30 aprile, e non hanno pagato la prima o unica rata scaduta lo scorso 31 luglio, possono rimettersi in regola saldando quanto dovuto entro il 30 novembre: è quanto previsto dall’art. 37 del recente Decreto Fiscale (D.L. n. 124/2019). Peraltro, poiché detta data è un sabato, il termine deve intendersi spostato al 2 dicembre.