Image of human hands during business discussion

Appalti: ATI offerta economica firmata da tutti

Il TAR Veneto, sez. III, con sent. 1° ottobre 2019 n. 1031, ha ribadito che, nel caso di partecipazione alla gara di operatori economici facenti parte di un’ATI (Associazione Temporanea di Imprese), l’offerta tecnica deve essere sottoscritta da tutti i componenti del costituendo raggruppamento d’imprese e/o professionisti, pena l’esclusione dalla procedura di gara. Non si tratta, come accennato, di una novità: infatti, secondo la prevalente giurisprudenza, “l’offerta deve essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno i raggruppamenti temporanei o i consorzi ordinari di concorrenti e contenere l’impegno che, in caso di aggiudicazione della gara, gli stessi operatori conferiranno mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, da indicare in sede di offerta e qualificata come mandatario, il quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e dei mandanti” (Consiglio di Stato, sez. V, sent. 20 agosto 2019, n. 5751; TAR Lazio, Roma, sez. II bis, sent. 7 giugno 2019, n. 7470).

Secondo i giudici, richiedere la firma di tutti i partecipanti su tutti gli atti non è un adempimento sproporzionato ma ragionevole e connesso all’ordinaria diligenza cui deve essere improntata la condotta di chi partecipa ad una procedura pubblica.

Infine, i giudici hanno ricordato come l’assenza di dette firme nei documenti afferenti l’offerta tecnica e l’offerta economica non possa essere sanata tramite il soccorso istruttorio, disciplinato all’ art. 83 del Codice degli contratti pubblici (d. lgs. n. 50/2016), il cui comma 9 espressamente vieta tale strumento per la mancanza, l’incompletezza e per ogni altra irregolarità essenziale degli elementi afferenti all’offerta economica e all’offerta tecnica.

interdata 1

Rottamazione cartelle: nuova possibilità per i ritardatari

Il Decreto fiscale collegato alla Legge di bilancio 2020 prevede, per i ritardatari, ovvero coloro che hanno saltato la data, originariamente prevista del 31 luglio 2019, la possibilità di pagare le rate della rottamazione entro il 30 novembre, data che però cadendo di sabato, slitta in automatico al 2 dicembre.

Tale possibilità si trova contenuta in uno degli articoli della bozza al decreto fiscale collegato alla Legge di bilancio 2020, il cui testo definitivo dovrebbe essere presentato a breve.

 

 

logo

Interdata Cuzzola S.r.l.

Via del Gelsomino, 37

89128 Reggio Calabria (RC)

partita IVA 01153560808

REA RC116134

Cap. Soc. 10.000 € i.v.

pec direzione@pec.cuzzola.it

email info@cuzzola.it

tel +39 0965 28125

fax +39 0965 187 0378

Copyright 2018 © All Rights Reserved

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Cliccando su Accetto, scrollando questo messaggio o continuando la navigazione, consenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy

Politica dei cookie di questo sito in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione. A tale proposito se hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email all'indirizzo info@cuzzola.it

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da www.cuzzola.it

Chiudi