Trasmissione telematica dei corrispettivi: le indicazioni per il periodo transitorio

L’Agenzia delle Entrate, con provvedimento del 4 luglio 2019, ha reso note le istruzioni per il periodo transitorio introdotto dal Decreto Crescita per la trasmissione telematica dei corrispettivi.

In particolare, vengono stabilite le modalità di trasmissione per gli operatori non ancora in possesso di un registratore telematico.

Pertanto, per tutti coloro non ancora pronti all’assolvimento del nuovo obbligo, l’Agenzia mette a disposizione tre diversi servizi che consentiranno, comunque, l’invio telematico nel periodo transitorio, ovvero:

  1. all’interno del Portale Fatture e Corrispettivi sarà possibile caricare un file con i dati dei corrispettivi complessivi di una singola giornata, distinti per aliquota Iva o senza distinzione tra imponibile e imposta all’interno;
  2. sempre all’interno del portale Fatture e Corrispettivi sarà consentita, in alternativa, la compilazione dei dati dei corrispettivi complessivi giornalieri, sempre distinti per aliquota Iva o con l’indicazione del regime di ventilazione;
  3. invio dei dati dei corrispettivi giornalieri tramite protocollo https o sftp.

I dati dei corrispettivi giornalieri possono essere inviati attraverso tali servizi online sia direttamente dal contribuente sia da intermediario abilitato.

Condividi!