Enti locali in riequilibrio finanziario: possibile la rateizzazione dei carichi fiscali

Con il D.M. 12 giugno 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 153 del 2 luglio 2019, il Ministero dell’economia e delle finanze individua le “Modalità per la concessione in favore degli enti locali, che hanno deliberato il ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale, della rateizzazione dei carichi delle agenzie fiscali e degli enti gestori di forme di previdenza e assistenza obbligatoria affidati all’agente della riscossione“.

Gli enti che ricorrono alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale possono chiedere all’agente della riscossione la rateizzazione dei pagamenti dei carichi affidati per i debiti fiscali e previdenziali.

La dilazione ha ad oggetto i carichi formati dalle agenzie fiscali e dagli enti gestori di forme di previdenza e assistenza obbligatoria affidati all’agente della riscossione e relativi alle annualità ricomprese dall’ente nel piano di riequilibrio.

Per attivare la procedura di rateizzazione, l’ente locale, prima di presentare l’istanza di rateazione, comunica all’agente della riscossione i carichi che intende rateizzare e il numero delle rate mensili nelle quali intende ripartire il pagamento e, successivamente a tale comunicazione, dovrà essere presentata l’istanza di rateizzazione.

La suddetta comunicazione, che deve essere accompagnata dalla delibera di consiglio di ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale, dovrà contenere anche l’indicazione della durata del piano di riequilibrio.

L’istanza di rateizzazione, a pena di nullità, deve essere presentata entro 30 giorni dall’approvazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale da parte della Corte dei conti.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate gli enti potranno reperire il modulo per la domanda.

Condividi!