Ministero dell’Interno: pubblicata la relazione sui comuni sciolti nel 2018

Lo scorso 30 maggio il Ministero dell’Interno ha pubblicato una relazione concernente l’attività delle Commissioni per la gestione straordinaria degli enti sciolti per infiltrazione e condizionamento di tipo mafioso, relativamente al 2018.

La relazione si riferisce all’attività svolta da 52 commissioni straordinarie che hanno amministrato altrettanti comuni nei cui confronti sono stati adottati provvedimenti di scioglimento dei consigli comunali (ex art. 143 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267) per fenomeni di infiltrazione e condizionamento della criminalità organizzata.

La relazione pone in evidenza, tra le altre considerazioni, la circostanza che gli enti sciolti, oltre a presentare situazioni di diffuso disordine amministrativo, che li rendono – più facilmente “esposti” ad ingerenze esterne ed asserviti alle pressioni delle organizzazioni criminali, versano anche in precarie condizioni finanziarie che accrescono i rischi di vulnerabilità rispetto ai tentativi di infiltrazione mafiosa.

Dall’analisi condotta sui provvedimenti di scioglimento riferiti al 2018 risulta, infatti, evidente che il 30% dei comuni sciolti per infiltrazione/condizionamento di tipo mafioso versa in condizioni di deficit finanziario e, quindi, ha dichiarato il dissesto o si è avvalso della procedura di riequilibrio pluriennale.

Condividi!