Ritardi nei pagamenti: interessi al 2,68 %

L’Agenzia delle Entrate, con provvedimento del 23 maggio 2019, n. 148038, ha stabilito, a partire dal 1° luglio, la misura pari al 2,68% degli interessi di mora per il ritardato pagamento delle cartelle iscritte a ruolo ai sensi dell’art. 30, D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602.

La misura degli interessi risulta ridotta rispetto a quella del 3,01% che si applica fino al 30 giugno. La mora si paga decorsi 60 giorni dalla notifica della cartella: sulle somme iscritte a ruolo si applicano gli interessi di mora al tasso determinato annualmente e che, dunque, come appena detto, è fissato, a partire dal 1° luglio, nella misura del 2,68%.

 

 

Condividi!