La Corte dei conti, con comunicato stampa del 12 aprile 2019, ha reso noto quanto affrontato nel corso della relativa adunanza, ovvero l’esame degli effetti conseguenti alla sentenza n. 18/2019 della Corte costituzionale, per la definizione delle procedure relative ai piani di riequilibrio finanziario pluriennale.

In particolare, la Corte, con riferimento ai piani di riequilibrio già deliberati dalle Sezioni regionali di controllo competenti, ha precisato che gli effetti dei piani stessi restano consolidati per gli esercizi già chiusi alla data di deposito della sentenza, al contrario, per tutti gli enti in attesa di approvazione la Corte ha ritenuto che sia necessario il rispetto del termine decennale originariamente previsto.

Infine, per quanto riguarda il caso dei piani riformulati ancora in istruttoria, la Corte ha ritenuto invece che gli stessi debbano essere adeguati alla disciplina al momento vigente (art. 243bis, comma 5 TUEL).